Scheda Prodotto

Sussidiario per la Classe Prima  

  Prezzi, Preventivi e Ordini

Descrizione

 

Il libro di prima elementare contiene soprattutto parti operative che si basano sull’esperienza diretta di sé e del mondo che il bambino fa nella vita quotidiana. Le parti testuali di spiegazione sono estremamente limitate e utilizzano una simbolizzazione semplificata allo scopo di limitare il numero e la frequenza di simboli “opachi”.

Le parti operative sono state redatte pensando a bambini che possono presentare difficoltà operative di tipo diverso e anche severe.

Per questo, tutte le aree della pagina che prevedono un’azione diretta da parte del bambino sono, in genere, di grandi dimensioni. Sarà così più facile, anche in presenza di difficoltà di motricità fine e/o di attenzione visiva, tracciare segni, barrare, collegare, cerchiare le diverse opzioni di scelta e di risposta.

Nonostante ciò, ci sono bambini che potrebbero non riuscire ad operare in autonomia, neppure con questi accorgimenti. Per questo, anche la dimensione delle celle che costituiscono il compito è ingrandita, in modo da consentire una indicazione diretta con la mano o lo sguardo.1

O una scansione verbale assistita dal partner.2 Nel caso di una scansione assistita dal partner, l’operatività materiale viene svolta dal partner stesso, ma l’operatività concettuale e le scelte che ne conseguono sono comunque effettuate dal bambino.

Sono spesso presenti compiti basati sul “taglia incolla”: anche in questo caso, i bambini con maggiori difficoltà esecutive possono partecipare scegliendo cosa incollare e dove e, sul piano operativo, partecipare con movimenti grossolani per fissare le etichette alla pagina. Spesso gli elementi da ritagliare contengono sia opzioni corrette che errate: ci raccomandiamo di fornire sempre al bambino tutto il materiale cosicché possa operare attivamente le proprie scelte e forse anche sbagliare. Non dimentichiamo che sbagliare è importante per imparare!

Le pagine da ritagliare sono poste in un libro separato.

Per ridurre al minimo l’ingombro della simbolizzazione dedicata alla consegna operativa, la consegna stessa è segnalata all’interno di un cerchio in alto a sinistra nella pagina.

Fai click qui per sfogliare il contenuto dei libri.
 

1 Di cosa si tratta? L’indicazione con lo sguardo è spesso utilizzata da bambini che non possono indicare con la mano. Il bambino indica il bersaglio puntando direttamente lo sguardo su di esso. Il partner rileva lo sguardo del bambino e procede eseguendo l’azione corrispondente.

2 Di cosa si tratta? Il partner del bambino (l’insegnante, il genitore, il compagno) indica, ad una ad una, le celle del compito e attende un segnale di conferma del bambino. Quando questo segnale giunge, il partner esegue l’azione corrispondente. Ad esempio, se si tratta di collegare immagini di animali ai simboli rispettivamente di “vertebrato” o “invertebrato”, il partner procederà così: indicherà la prima immagine e dirà “cominciamo con questa”; poi indicherà lentamente prima il simbolo di “vertebrato” poi quello di “invertebrato” e attenderà un segnale di conferma (mimico o vocale) da parte del bambino. Se, poniamo, il bambino segnalerà il simbolo di “vertebrato”, allora il partner collegherà con la penna l’immagine a quel simbolo.

 

Immagini


 

 

 

SFOGLIA IL LIBRO

Fai click qui per sfogliare il contenuto dei libri.

Auxilia s.r.l. - Viale Carlo Sigonio, 227 – 41124 Modena - Tel 059.21.63.11 - Fax 059.22.05.43 - PI 01744630367